Invito ad Alba per tutti i golosi di salute

Alla scoperta del piccolo grande mondo di Luca Montersino, pasticcere di valore internazionale capace di mettere per sempre pace tra peccati di gola e buona salute.
Scritto da  - Giovedì, 07 Gennaio 2010 10:44

Ci sono luoghi che ispirano viaggi di gusto. Alba, affacciata sulle colline delle Langhe e sulla Valle del Tanaro, è uno di questi. Di ritorno da un viaggio nella patria del tartufo e nelle terre di Barolo, Barbaresco, Nebbiolo, Arneis e Dolcetto annotavo sul mio diario: “La “città delle cento torri” guarda contemporaneamente Langhe e Roero e costituisce la base naturale per andare a scoprire la tranquillità di uno dei paesaggi più raffinati d’Italia. Dunque Alba punto di partenza e arrivo ma anche il luogo giusto per stare, vivere una giornata senza meta, magari in compagnia di un buon libro saltando da un caffè a un’osteria, da una pasticceria a un’enoteca. Muoversi a naso nel centro di Alba è la cosa più facile del mondo e non ha ancora deluso nessun essere umano. Alba è l’occasione per fare un salto di qualità sulla via del gusto, sviluppare la sensibilità a profumi e sapori. Se poi si preferisce crescere senza temere i danni da zuccheri e senza rinunciare al giusto godimento indicherei il dolce covo di Luca Montersino, luminare della dolce, sana, raffinata pasticceria. Una colazione da lui significa essere “Golosi di Salute”. Non è un caso che il professor Luca e Maria Rosaria, sua moglie, siciliana come cannoli e cassate, hanno scelto Alba per vivere e far vivere bene”.

Da Alba a New York - Quello che quattro anni fa era un ambizioso progetto oggi è una realtà consolidata. “Golosi di Salute” ha il suo centro di gravità permanente ad Alba ma, siccome la qualità paga sempre, Luca Montersino oggi è un importante testimonial della pasticceria di qualità nel mondo. Infatti dopo il nuovo locale di Torino, “Luca Montersino X Eataly” aperto all’interno di Eataly, il più grande centro enogastronomico del mondo, lo chef pasticcere di Alba è approdato a Tokyo e a New York. “Luca Montersino X Eataly” sposa la stessa filosofia di “Golosi di Salute” ad Alba con prodotti da asporto, ma soprattutto da consumare in loco. Nel frattempo il laboratorio che era parte integrante della pasticceria ad Alba si è trasferito 3 km più in là, a Monticello, perché i 100 metri quadrati non erano più sufficienti. Oggi la produzione di Luca ha avuto un’impennata. Basti pensare che in occasione dell’ultimo Natale la produzione di panettoni a base di kamut e farro è passata dai 600 dello scorso a 4.500 di oggi. Viene da pensare che tutto ciò possa incidere sulla qualità dei prodotti e sulla vita familiare di Luca, Maria Rosaria e la piccola Alessia. ”Niente affatto”, risponde sereno lo chef pasticcere che spiega “come una maggior standardizzazione dei processi produttivi, sempre ispirata alla imprescindibile selezione dei prodotti più sani e migliori, consente una qualità più alta dovuta a processi produttivi più costanti”. I fatti gli danno ragione. La sua ricetta base, non c’è alcun dubbio, è la passione trasmessa con intensità a tutte le persone che lo circondano, dalla moglie Maria Rosaria, ai collaboratori e, particolare non trascurabile, alla piccola Alessia che “anziché giocare col pongo si diverte a modellare col marzapane”. Luca Montersino è riuscito a “santificare” i peccati di gola, con buona pace di golosi, ma soprattutto di palati fini che considerano il gusto e i dolci un’esperienza raffinata e il cibo una questione di benessere e salute.

Info: Golosi di Salute, www.golosidisalute.it

Cerca Eventi

Luogo

Date